Federcommercialisti

Roma, 5 aprile 2019. Il parere del Ministero della Giustizia rilasciato ieri (4/4/2019) dal proprio ufficio legislativo sulle cessioni di azienda ai commercialisti e agli avvocati si rifà al Codice napoleonico di 215 anni fa. Per i commercialisti l'ennesimo affronto. Per la Giustizia è da modificare sia l'emendamento Ruocco che prevede per iscritti agli ordini dei dottori commercialisti la possibilità di poter effettuare le cessioni di azienda in quanto abilitati all'autentica e al deposito degli atti di cessione e di affitto d'azienda, sia il subemendamento (18.017.1) che addirittura tenta di restringere il campo d'azione alle cessioni di ditte individuali. Ancora una volta la burocrazia pone veti sull'evoluzione naturale delle professioni ordinistiche senza considerare l'evoluzione dei servizi di consulenza. I commercialisti non ci stanno e deplorano il comportamento di un ministero vigilante che in tal modo li mortifica non ritenendoli all'altezza del compito.

FEDERCOMMERCIALISTI chiede al Parlamento la piena abilitazione dei commercialisti all'autentica e al deposito degli atti di cessione e di affitto d'azienda, nella veste di pubblici ufficiali.

Il direttivo

Antonella La Porta, Domenico Posca, Stefano Sfrappa


Roma, 6 marzo 2019. In relazione all'avviso pubblico di manifestazione di interesse per il conferimento di incarichi di consulenza a titolo gratuito pubblicato dal MEF la Federcommercialisti esprime la propria indignazione, non potendo tollerare il detrimento delle professionalità acquisite attraverso anni di sapere, competenza, aggiornamento ed esperienze che deriva da siffatto avviso. 

La Federcommercialisti, condanna tale pratica che mortifica la professionalità, violando le norme sull'equo compenso che inquadrano nell'onerosità dell'incarico un elemento strumentale ed indefettibile per la serietà delle candidature.

Di fronte a tali manifestazioni di approssimazione e disprezzo per le categorie professionali, la Federcommercialisti si augura che l'avviso venga al più presto rimosso o integrato secondo i canoni dell'equo compenso per le competenze richieste.

Il direttivo

Antonella La Porta, Domenico Posca, Stefano Sfrappa


federazione commercialisti22 febbraio 2019. Una federazione sindacale delle associazioni dei commercialisti fondata per promuovere valori comuni e portare avanti le battaglie di categoria.

E’ questa Federcommercialisti, il frutto del patto confederativo sottoscritto da Antonella La Porta, presidente di Fiddoc (Federazione italiana donne dottori commercialisti), Stefano Sfrappa, presidente di Sic (Sindacato Italiano Commercialisti) e Domenico Posca, presidente di Unico (Unione Italiana Commercialisti). L'accordo è stato siglato durante il congresso nazionale del sindacato Unico, andato in scena ieri presso l'auditorium San Fedele a Milano. L'accordo «è aperto a tutte le altre associazioni locali e nazionali che condivideranno gli obiettivi da perseguire», come si può leggere nel testo del patto…

Leggi tutto